Archivi tag: economia

Malaguti, “Immigrazione? Servono riforme per favorire sviluppo”

“Affrontare il fenomeno dell’immigrazione non significa solo confrontarsi con il tema della sicurezza, ma anche e soprattutto inquadrare il tema impegnandosi sulla cooperazione allo sviluppo. È necessario sia a livello europeo sia a livello nazionale superare la concezione dell’immigrazione come problema degli sbarchi e adottare riforme vere per gestire e favorire l’integrazione sociale e l’ingresso nel mondo del lavoro di chi arriva oggi in Italia” ha affermato questa mattina la studiosa di diritto internazionale Maria Chiara Malaguti durante la lezione di EunomiaMaster dedicata a “Immigrazioni: quali politiche?”.

“Il fenomeno dell’immigrazione oggi in Italia è importante e strutturale. Gli immigrati nel nostro Paese sono 5 milioni e mezzo, l’equivalente della popolazione del Veneto piuttosto che della Sicilia o della Campania. Si tratta soprattutto di lavoratori con famiglie. Sono elementi che ci mettono di fronte alla necessità di valorizzare il contributo che i nuovi arrivi possono dare al Paese” ha sottolineato l’esperto di demografia Gian Carlo Blangiardo, secondo relatore del modulo coordinato dal direttore del corso di Alta Formazione Politico-istituzionale, Monica Degl’Innocenti.

In mattinata docenti e corsisti hanno affrontato anche la questione delle nuove povertà e del disagio sociale. “Nel panorama internazionale l’Italia ha la forte aggravante di venire da diversi anni di recessione. Oggi il Paese vede raddoppiato il numero di persone che rientrano nell’area di povertà assoluta e sarà difficile tornare ai livelli pre-crisi. A questa situazione si sommano la questione della distribuzione della ricchezza, problemi educativi e disagio abitativo che fanno sì che il fenomeno economico si trasformi in problematiche culturali e relazionali tutte da affrontare“ ha spiegato il sociologo ed economista Mauro Magatti.

“L’Italia, ma anche l’Europa, si trovano in questo momento in una situazione di grosso affanno – ha detto il demografo Antonio Golini – dovuta principalmente a due fattori: la mancanza di capacità di prendere decisioni e di farlo in tempi rapidi e l’avanzare dell’innovazione tecnologica che di per sé è ovviamente positiva ma che penalizza la domanda di lavoro, sia per la concorrenza dei Paesi extraeuropei sia perché la tecnologia automaticamente riduce le risorse umane impiegate. Basti pensare che con l’attuale crisi abbiamo perso circa 1,2 milioni di posti di lavoro che sarà a mio avviso impossibile recuperare pienamente”.

Eunomia Master torna il 10 e 11 aprile con l’ultimo fine settimana di lezioni, che vedrà venerdì gli interventi di Ernesto Lupo (consigliere del Quirinale per l’amministrazione degli affari della giustizia), Renzo Menoni (presidente dell’Unione nazionale Camere civili), l’ex ministro della Giustizia Paola Severino, Giuseppe Quattrocchi (coordinatore dell’ufficio Città sicura del Comune di Firenze ed ex procuratore capo del capoluogo toscano) e Daniela Piana (professoressa di Scienza Politica).

La giornata di sabato 11 aprile sarà invece interamente dedicata al tema dell’energia e vedrà la partecipazione di Pasquale Salzano, Eni Executive Vice President Direzione Affari Istituzionali, dell’ad di Snam Carlo Malacarne e di quello di Terna Matteo Del Fante, del CEO di Gdf-Suez Energia Italia Aldo Chiarini, dell’ad di Enel Francesco Starace, di Diego Percopo di HFV e della presidente dei Verdi Europei Monica Frassoni.

Chiude l’ex presidente del Consiglio dei Ministri e attualmente giudice della Corte Costituzionale Giuliano Amato con un intervento su riforme e prospettive europee del Cantiere Italia.

Paolo De Ioanna, “Spending review? Lavoro da orologiaio”

Si è parlato anche di “Spending review e riforma fiscale” nella seconda sessione di Eunomia Master. Relatori della lezione di sabato 14 marzo, il Consigliere di Stato Paolo De Ioanna e il direttore generale di Capitalia Carmine Lamanda.

Lupi, Bassanini, Clarich, Gutgeld: come cambia lo Stato

“Cantiere Amministrazione” è il titolo del secondo appuntamento di Eunomia Master, che si terrà a Villa Morghen a Settignano venerdì 13 e sabato 14 marzo.
Quest’anno il corso di Alta Formazione politico-istituzionale è dedicato al “Cantiere Italia. Come le riforme stanno cambiando il Paese”.

L’Eunomia Master, giunto alla decima edizione, è divenuto un punto di riferimento per la formazione della nuova classe dirigente italiana. La formula consente ai partecipanti, provenienti da tutta Italia, di conoscere e confrontarsi con studiosi, giornalisti, manager di grandi aziende sui temi dell’attualità politico-istituzionale. La formula seminariale, concentrata tra il venerdì pomeriggio e il sabato mattina, favorisce anche la creazione di una rete di conoscenza e amicizie che, al di là della diversa appartenenza politica, è fondamentale per creare una classe dirigente.

L’Eunomia Master di quest’anno si è aperto, il 27 febbraio, con una lezione del ministro Maria Elena Boschi. Il 14 marzo parteciperà un altro esponente del governo, il ministro per i Trasporti e le Infrastrutture Maurizio Lupi. Ma ecco in dettaglio il programma degli incontro di questa seconda sessione.

Il 13 marzo a partire dalle 15.00 Franco Bassanini e Marcello Clarich, coordinati da Giorgio Giovannetti, faranno il punto sulla riforma della Pubblica amministrazione.
Trasparenza e anti-corruzione saranno, invece al centro degli interventi del giornalista del Corriere della Sera Sergio Rizzo e del ricercatore Alessandro Natalini, coordinati da PierFrancesco Lotito.

Il 14 marzo saranno il ministro Maurizio Lupi e il professor Duccio Traina ad affrontare il tema delle “Opere pubbliche e sistema degli appalti”. La sessione sarà coordinato da Marcello Cecchetti.
Seguiranno gli interventi del consigliere di Stato Paolo De Ioanna e del deputato Itzhak Yoram Gutgeld sulla spending review e la riforma fiscale. A coordinarli Marco Carrai.

Agli incontri saranno ammessi soltanto i corsisti, 55 giovani impegnati nel mondo della politica e delle Istituzioni (manager, sindaci, assessori e consiglieri comunali, dirigenti pubblici, segretari di partito, assistenti parlamentari) e selezionati dal Comitato scientifico di Eunomia sulla base del merito e del curriculum. Tutti gli “eunomisti” partecipano al master che si tiene a Villa Morghen grazie alle borse di studio erogate dagli sponsor. Alla fine del corso, come di consueto, sarà rilasciato loro un attestato di frequenza.

Città metropolitane, Mansi ad Annual Meeting: “Chiarire funzioni, sono motore di sviluppo”

“È molto importante in questa fase chiarire quali sono le funzioni delle Città metropolitane, perché una chiarezza amministrativa consente un’attività di impresa più serena, più seria e più prospettica: questo diventa un grande motore di sviluppo. Se vogliamo che il Paese torni a crescere, le Città metropolitane possono diventare una chiave di volta”. Continua a leggere

Starace (Enel Green Power): “Rinnovabili, l’Italia è già nel futuro ma non lo sa”

“Rinnovabili, l’Italia è già nel futuro ma non lo sa”. Lo afferma l’amministratore delegato di Enel Green Power Francesco Starace  ntervenendo a margine del corso di alta formazione politico istituzionale Eunomia Master, in corso a Villa Morghen a Settignano con l’ultimo weekend di lezione dedicato ai temi dell’energia. Continua a leggere

Fornero: “Renzi shock positivo, attenzione che misure su lavoro non aumentino precariato”

“Renzi? Uno shock positivo ma attenzione che le misure sul lavoro non aumentino il precariato”. È quanto afferma l’ex ministro del Lavoro Elsa Fornero intervenendo a margine di una lezione sul mercato del lavoro svolta a Eunomia Master, il corso di alta formazione politica e istituzionale ospitato a Villa Morghen a Settignano. Continua a leggere

Gobbi (Bankitalia) e Sabatini (Abi): lezione su sistema bancario e mercati finanziari

“La crisi in Italia? Per come si è sviluppata, non è stata generata dalle banche”. Lo afferma Giorgio Gobbi, responsabile Servizio Stabilità finanziaria della Banca d’Italia intervenendo a Eunomia Master, il corso di alta formazione politico istituzionale ospitato a Villa Morghen a Settignano. Continua a leggere

Savona: “Crisi, per uscirne servirebbe un Renzi versione Maradona”

“Per uscire dalla crisi servirebbe un Matteo Renzi in ‘versione Maradona’”. Lo afferma Paolo Savona, ex ministro dell’Industria, intervenendo a margine della lezione “Euro: crisi o evoluzione?” svolta oggi pomeriggio a Eunomia Master, il corso di alta formazione politico istituzionale organizzato dall’associazione Eunomia e ospitato a Villa Morghen a Settignano (Firenze). Continua a leggere

Il futuro dell’Eurozona sui banchi di Eunomia. Ecco gli ospiti del III weekend di lezione

Euro, economia e lavoro sono i temi delle prossime lezioni di Eunomia Master. Il corso di alta formazione politica e istituzionale, organizzato dall’associazione Eunomia, torna con la IX edizione venerdì 28 e sabato 29 marzo a Villa Morghen a Settignano (Firenze). Continua a leggere

Messori (Luiss): “Debiti arretrati Pa alle imprese con Cdp? No rischi per i risparmi degli italiani”

Saldare i debiti arretrati della Pubblica amministrazione alle imprese ricorrendo alle banche e in ultima istanza ai fondi della Cassa depositi e prestiti “non metterà a rischio i risparmi delle famiglie italiane”. Lo afferma l’economista Marcello Messori, docente all’Università Luiss “Guido Carli” di Roma, intervenendo a margine di Eunomia Master, il corso di alta formazione politico – istituzionale organizzato dall’associazione Eunomia, che si è aperto oggi a Villa Morghen a Settignano (Firenze). Continua a leggere