Archivi tag: francesco starace

Eunomia Energia, come si promuove la transizione energetica

“Oggi a EunomiaMaster parleremo dell’evoluzione del mercato energetico italiano, strettamente interconnesso allo scenario mondiale. Il panorama del mercato dell’energia, infatti, da un lato, è influenzato da quanto accade fuori Italia e in particolare nel mercato delle commodities, dall’altro dall’evoluzione tecnologica che avviene in Italia ed è capace di influenzare il livello mondiale”. Così l’AD di Enel Francesco Starace ha presentato oggi il suo intervento a Eunomia Master, nell’ambito della sessione dal titolo “La transizione energetica”.

“Il ruolo di HFV come investitore istituzionale nel settore delle energie rinnovabili è legato alla sua crescita a livello internazionale e italiano. A mio avviso è necessario abbandonare la polemica sugli incentivi per iniziare a parlare di storage, integrazione delle reti elettriche, elettrificazione dei consumi e efficienza energetica. In questi anni infatti stiamo assistendo ad un vero e proprio cambio di paradigma. Nel fotovoltaico HFV si propone come protagonista del necessario consolidamento del settore” ha sottolineato Diego Percopo, AD HFV.

Sul tema della transizione energetica è intervenuto anche Giuseppe Gatti, presidente GDF Suez: “La transizione energetica in Italia riguarda l’uso crescente delle rinnovabili, che deve affrontare barriere tecnologiche, come la questione dell’accumulo, e barriere economiche, per il costo delle energie rinnovabili sostanzialmente più alto di quello delle tradizionali. Per questo è necessario che le imprese si impegnino per orientarsi verso il nuovo sistema energetico e il Paese si sforzi per adeguare strutture, investimenti e ricerche in questa direzione”.

“L’Europa deve andare nella direzione di essere meno dipendente dalle fonti fossili e deve puntare sulle energie rinnovabili e sull’efficienza energetica. In questo senso il nostro continente è sicuramente all’avanguardia rispetto ad altre regioni del mondo, ma è importante ricordarsi che l’energia migliore è quella che non viene consumata. A livello italiano possiamo vantare una buona performance di efficienza energetica del sistema produttivo, siamo secondi dopo la Germania. Ma questo non deve limitare gli sforzi per creare più posti di lavoro nella transizione energetica, investendo in città meno inquinate e più belle” ha detto Monica Frassoni, presidente dei Verdi europei.

 

Eunomia Master si chiude con Giuliano Amato

Una giornata completamente dedicata all’energia, con gli interventi degli amministratori delegati delle maggiori aziende del settore. A seguire una lezione di Giuliano Amato su riforme e prospettive europee del “Cantiere Italia”. Terminerà così, venerdì 10 e sabato 11 aprile, la decima edizione del corso di alta formazione politico-istituzionale Eunomia Master.

Dopo aver affrontato temi cruciali per lo sviluppo del Paese, come i cambiamenti imminenti in campo istituzionale e le riforme dell’amministrazione della cosa pubblica, il fenomeno dell’immigrazione e la sua gestione e l’aumento della povertà e del disagio sociale nel Paese, Eunomia Master 2015 si concentra sul “Cantiere Giustizia” e sul futuro della transizione energetica.

Questo il programma in dettaglio.

Venerdì 10 aprile, a partire dalle 15, il consigliere del Quirinale per l’amministrazione degli affari della giustizia Ernesto Lupo e il presidente dell’Unione nazionale Camere civili Renzo Menoni, coordinati da Enzo Cheli, si confronteranno su “Giustizia Civile e nuovi diritti”. Alle 17.30 si terrà la sessione “Giustizia penale e garanzie”, con gli interventi dell’ex ministro della Giustizia Paola Severino, del coordinatore dell’ufficio Città sicura del Comune di Firenze ed ex procuratore capo del capoluogo toscano Giuseppe Quattrocchi e della professoressa di Scienza Politica Daniela Piana, coordinati da Pier Francesco Lotito.

La giornata di sabato 11 aprile sarà dedicata all’energia: alle ore 9 il vicepresidente di Eni Direzione Affari Istituzionali Pasquale Salzano, l’ad di Snam Carlo Malacarne e quello di Terna Matteo Del Fante parteciperanno alla sessione “Geopolitica, reti, mercati europei del gas e dell’energia elettrica”. Coordina Lorenzo Becattini. Alle 11.30 si discuterà della transizione energetica, con particolare riferimento al passaggio da fonti energetiche rinnovabili a fonti rinnovabili e al tema dell’efficienza energetica per la creazione di un modello di sviluppo sempre più sostenibile, con l’ad di Enel Francesco Starace, il CEO di Gdf-Suez Energia Italia Aldo Chiarini, Diego Percopo di HFV e la presidente dei Verdi Europei Monica Frassoni, coordinati da Pier Francesco Lotito.

Chiude alle 15 l’ex presidente del Consiglio dei Ministri e attualmente giudice della Corte Costituzionale, Giuliano Amato, con un intervento su riforme e prospettive europee del Cantiere Italia. Coordina Giorgio Giovannetti.

Starace (Enel Green Power): “Rinnovabili, l’Italia è già nel futuro ma non lo sa”

“Rinnovabili, l’Italia è già nel futuro ma non lo sa”. Lo afferma l’amministratore delegato di Enel Green Power Francesco Starace  ntervenendo a margine del corso di alta formazione politico istituzionale Eunomia Master, in corso a Villa Morghen a Settignano con l’ultimo weekend di lezione dedicato ai temi dell’energia. Continua a leggere